AttualitàCronaca

Domnica lancia l’ultimatum a Schettino su Facebook: “La verità entro 6 giorni o parlerò io”

“Sei giorni per dire la verità oppure lo farò io”

La ballerina moldava Domnica Cemortan ha intimato a Francesco Schettino sulla sua pagina Facebook di dire tutta la verità su quanto accaduto la notte del naufragio della Costa Concordia, dopo aver annunciato di abbandonare la nave. La frase è stata scritta il 24 settembre e quindi la rivelazione dovrebbe avvenire entro il 30 settembre.

Domnica Cemortan era in plancia di comando la sera del naufragio, al fianco di Schettino, e nelle prime fasi del dibattimento ha ammesso di avere una relazione con l’ex capitano.
Domnica ha rivelato al giornale oggi.it che il comandante non avrebbe rivelato tutta la verità, omettendo particolari importanti ai fini processuali.

La ballerina fa notare, in particolare, che dopo aver ordinato di abbandonare la nave, Schettino è salito sul ponte 11 con Domnica e Ciro Onorato, il maître, due persone che non avevano alcuna competenza nel controllo delle operazioni.

A Grosseto è in corso il processo in cui è imputato Francesco Schettino e nelle ultime udienze sono stati sentiti, in particolare, i sopravvissuti che continuano a portare sulla propria pelle le ferite di quella notte maledetta. In tanti, soprattutto quelli che sono rimasti a lungo intrappolati a bordo, hanno sviluppato sindromi quali morbo di Parkinson, sindromi ossessive o demenza senile prematura.

Nell’incidente dell’Isola del Giglio persero la vita 32 persone tra passeggeri e membri dell’equipaggio.

1 Comment

  1. […] Domnica Cemortan, infatti, stando alle sue stesse parole, ha voluto confessare questo nuovo dettaglio per riaccendere l’attenzione sulla notte del 13 Gennaio dell’anno scorso, e soprattutto per rendere evidenti alcune stranezze emerse nel corso delle operazioni di soccorso. Una su tutte, la presenza di un’uscita rapida che era stata messa a disposizione di pochissimi da parte del personale autorizzato, mentre nel frattempo, a bordo, decine di persone stavano perdendo la vita nel caos più totale. […]

Leave a Response