BeFan.it

Inosservanza dell’obbligo scolastico: 40 genitori denunciati

40 genitori di 20 bambini, di origine macedone e romena, sono stati denunciati dalle forze dell'ordine di Pisa per non aver osservato l'obbligo scolastico dei figli. I bambini che vivevano nei campi nomadi di Marina di Pisa non erano mai andati a scuola, neppure per un giorno e non erano stati iscritti nei registri.

7 giugno, 2013 by Redazione in Cronaca con 0 Commenti

L’obbligo scolastico è una cosa seria. I bambini devono andare a scuola e deve essere garantita loro una istruzione adeguata. È un loro diritto che assolutamente va rispettato, anche se sono rom o figli di clandestini che vivono solo saltuariamente sul nostro territorio.

Quando i bambini si trovano in queste condizioni, senza documenti di riconoscimento o di nascita, quando si presentano a scuola il loro nome è iscritto a penna in fondo al registro delle presenze, in modo che la loro frequenza sia certificata e sia loro garantito, in ogni caso, il diritto all’istruzione.

In un controllo, le forze dell’ordine hanno passato al setaccio i registri delle scuole di Marina di Pisa e di Pisa, per controllare se i bambini che vivevano nei campi rom di Pisa avessero mai frequenta una qualche scuola. Dal controllo è risultato che nei registri non c’era nessuna traccia di 20 bambini, mentre di suppone che altri bambini abbiano qualche volta assistito alle lezioni.
I bambini sono tutti figli di romeni e di macedoni, si suppone per la maggioranza clandestini; e i loro 40 genitori sono stati denunciati.


L’inosservanza dell’obbligo scolastico da parte dei genitori può arrivare a far perdere la patria podestà sui bambini e può essere la causa del via alle procedure di adottabilità dei piccoli. Con tutta probabilità, però, il primo step seguente alla denuncia dei genitori sarà quello delle assistenti sociali che monitoreranno la situazione facendo in modo che anche questi 20 bambini frequentino le scuole insieme ai loro coetanei.

Dopo la scoperta, e sempre in collaborazione con i presidi delle scuole del’obbligo, i carabinieri di Pisa che hanno iniziato le indagini continueranno a controllare i registri scolastici dei vari istituti e a confrontarli con i nomi dei bambini residenti nei campi rom, in modo da riuscire a scoprire casi analoghi e da garantire il diritto all’istruzione anche per i bambini che hanno avuto la sfortuna di nascere da genitori clandestini, romeni o di altre nazionalità che non danno importanza alla scuola.

scuola Inosservanza dellobbligo scolastico: 40 genitori denunciati

 

 

 

 

Tag: ,

Articoli simili che ti potrebbero interessare

 

Commenta l'articolo, cosa ne pensi?

 

Suggerisci la notizia ad un tuo amico
   
Ads:
Ads:
Ads:
Ads:
Twitter