CalcioSport

Lotito diventa un caso politico, interrogazione parlamentare del M5S

Il fatto che Lotito abbia accompagnato la Nazionale nei primi impegni della gestione Conte non si è chiuso con i chiarimenti dati dal diretto interessato e le precisazioni di Conte su chi è che comanda a “Casa Italia”.

Si, perchè quattro deputati del M5S hanno deciso di portare il caso in Parlamento. A loro si è unito Roberto Giacchetti, esponente del PD, il quale si è fatto anch’egli promotore di una interrogazione parlamentare all’esecutivo, auspicando che venga posto un freno alla presenza di:

“Appartenenti al comitato di presidenza della FIGC a fianco di Tavecchio”.

La richiesta trae origine dalla costante presenza del presidente biancoceleste durante la preparazione degli Azzurri per il test-match con l’Olanda e per l’esordio nelle qualificazioni europee, avvenuto ad Oslo contro la Novergia. Nei due frangenti sopra citati Lotito si è fatto immortalare sia a bordo campo durante gli allenamenti, con indosso la divisa da accompagnatore, sia vicino al numero 1 di Via Allegri, per la cui elezione si è speso moltissimo in questi mesi. Lotito ha affermato a più riprese come le polemiche sorte intorno alla sua presenza in quel contesto siano state pretestuose, visto che lui si è recato nel ritiro degli Azzurri esercitando il suo ruolo di consigliere federale della FIGC e che non vi sono assolutamente state sue intromissioni nel campo tecnico-tattico, di pertinenza assoluta dell’ex allenatore bianconero. Insomma, Lotito ha assicurato di essersi presentato prima a Bari e poi a Oslo, non come presidente di un club di A, ma come rappresentante dell’intero movimento calcistico nostrano.

Tuttavia queste precisazioni, da lui ripetute a più riprese, non hanno impedito che il caso diventasse anche politico. L’interrogazione parlamentare presentata dagli esponenti del M5S e da Giacchetti, rammenta le cifre che il Coni ha stanziato a favore della FIGC nel corso degli ultimi dodici mesi e chiede lumi sulla opportunità che:

“Le Federazioni sportive, compresa la FIGC limitino le spese relative alle proprie attività, visti i finanziamenti che ricevono”,

citando come esempio di tagli auspicabili proprio quelli sulle spese per accompagnatori come Lotito.

Leave a Response