AttualitàCronaca

Domnica rivela: sono salita sul ponte 11 per aspettare un elicottero con Schettino

Questa dichiarazione non cambia certo la ricostruzione dell’incidente né apporta fondamentali contributi per le indagini, ma di sicuro riapre un caso che negli ultimi tempi è stato messo leggermente da parte, rivitalizzando l’interesse generale per una verità ancora incerta.

Domnica Cemortan, infatti, stando alle sue stesse parole, ha voluto confessare questo nuovo dettaglio per riaccendere l’attenzione sulla notte del 13 Gennaio dell’anno scorso, e soprattutto per rendere evidenti alcune stranezze emerse nel corso delle operazioni di soccorso. Una su tutte, la presenza di un’uscita rapida che era stata messa a disposizione di pochissimi da parte del personale autorizzato, mentre nel frattempo, a bordo, decine di persone stavano perdendo la vita nel caos più totale.

“Venne predisposta un’uscita per pochi privilegiati”, sostiene Domnica.

Nessuno però, per il momento, può dirci con certezza se realmente, la notte del naufragio, quando migliaia di persone venivano pressate tra di loro ai ponti più bassi, in attesa di veder calate le scialuppe di salvataggio, Domnica insieme a Schettino e al maître Ciro Onorato andò in direzione opposta agli altri passeggeri.

La ragazza ha raccontato tutto alla stampa dopo aver lanciato un vero e proprio ultimatum su Facebook al comandante, dove gli chiedeva pubblicamente di raccontare tutta la verità riguardo agli istanti precedenti il naufragio della Concordia, una volta ricevuto l’ordine di abbandonare la nave.

Schettino, dal canto suo, non ha risposto al post né commentato la dichiarazione della giovane ballerina.

1 Comment

Leave a Response