AttualitàCronaca

Moncalieri, incendia la sua casa per ripicca: muore rumeno di 45 anni

Era considerato una persona violenta e poco raccomandabile. Mirca Montian, un uomo rumeno di 45 anni non era ben visto dai vicini di casa a Moncalieri, una zona industriale alle porte di Torino: forse presagivano che prima o poi sarebbe successo qualcosa di grave, come è accaduto ieri.

Le liti in quella famiglia erano all’ordine del giorno, le voci arrivavano fino in strada e sarebbe stato l’ennesimo litigio con i familiari a far scattare qualcosa nella testa nell’uomo che, nel pomeriggio, ha deciso di appiccare il fuoco all’appartamento in cui abitava.

Un gesto estremo, dettato dall’odio e dalla rabbia di un uomo violento, che poteva trasformarsi in tragedia se l’uomo fosse riuscito nell’intento: la conta dei danni, comunque, parla di sei persone ferite, tra le quali due bambine, e un uomo che ha riportato ustioni sul 50% del suo corpo e che ora si trova ricoverato in condizioni gravissime, lottando tra la vita e la morte.
Una delle bambine che è rimasta ferita nell’incendio è la figlia dell’uomo, che è l’unica vittima del suo folle gesto.

Sul posto sono immediatamente intervenuti i Vigili del Fuoco e le forze dell’ordine, che hanno cercato di spegnere l’incendio il prima possibile, mettendo in sicurezza la zona e portando in salvo i feriti: in poco tempo le fiamme sono state domate ed è stato scoperto il corpo, ormai senza vita, di Mirca Montian.

Interrogati sull’accaduto, i familiari e i vicini hanno raccontato che l’uomo aveva un carattere molto irascibile e che non era più possibile gestirlo: forse le difficoltà economiche, forse i problemi all’interno della famiglia, hanno spinto l’uomo a cercare di risolvere i problemi facendo una strage ma, fortunatamente, il suo gesto non ha avuto le conseguenze sperate.

Gli uomini dell’Arma di Torino, comunque, sono al lavoro per chiarire le dinamiche del fatto. I superstiti sono attualmente ricoverati negli ospedali di Torino, tranne due persone che, invece, hanno avuto bisogno di un ricovero al CTO di Torino, tra i quali il ferito più grave, un uomo di 48 anni, cugino della vittima.

1 Comment

Leave a Response