Meteo marzo 2018, ondata di gelo in arrivo entro metà del mese

di Redazione
In Attualità
26 febbraio 2018
Commenti:

Un'ondata di gelo davvero inusuale sta investendo il Nord Italia e le regioni del Centro. Temperature sotto zero che non si vedevano dal febbraio 2012 e dal lontano 1985.

 

L’inverno cala nuovamente facendo scordare i primi sprazzi di primavera delle scorse settimane. Le regioni già toccate dalle prime nevicate nelle zone di montagna sono la Toscana, il Piemonte e le Marche. Non manca all’appello nemmeno la Sardegna che questa settimana registra neve in Gallura. Ma le temperature non sono ancora scese ai livelli minimi previsti dai meteorologi dal Centro Epson.

I prossimi giorni saranno all’insegna del grande freddo e la colonnina di mercurio non salirà sopra lo zero. Sembra infatti che lunedì 26 e martedì 27 febbraio, in molte centri urbani la temperatura scenderà sotto i dieci gradi dalla media stagionale. Nelle aree del Nord e Centro Italia il ‘wind chill‘ farà percepire meno gradi di quelli reali: il vento gelido che viene dalla Siberia paralizzerà di freddo buona parte dei Paesi Europei percorrendo oltre 5 mila chilometri. Rispetto ad altre città del Nord Europa possiamo ritenerci quasi fortunati: le temperature previste a Mosca arriveranno quasi a -30 °C, a Budapest -16 mentre a Berlino – 15.

 

“L’indebolimento del vortice che si trova sopra il Polo Nord, causato dal riscaldamento della stratosfera provocherà, da sabato, una discesa di aria gelida che si riverserà sull’Europa, interessando da domenica sera anche l’Italia. Gli effetti di questo fenomeno in Italia si avranno fino a giovedì, con temperature minime anche di -9 gradi”.

Cappotti e sciarpe saranno i benvenuti anche nei primi quindici giorni di marzo. Gli esperti hanno aggiungono che

l’aria fredda potrebbe scendere sulla Siberia o direttamente sull’Europa. Anche in questo caso avremo temperature minime sotto lo zero, ma l’intensità del fenomeno potrà essere valutata nei prossimi giorni“.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+