Terminator? Ora è reale! l'agenzia per la difesa Usa ha creato Atlas

di Giuseppe Genova
In Misteri
16 luglio 2013
Commenti:

Direttamente dal futuro sembra arrivare Atlas, robot umanoide creato dalla Darpa, l'agenzia di ricerca della difesa americana.

 

[adintend_ads_title]

Anni fa al cinema c’era Terminator, ora nella realtà è arrivato ATLAS, un robot umanoide, molto somigliante proprio al robot guerriero.

 

Alto 188 cm, ATLAS pesa 150 kg ed ha la capacità di restare in equilibrio anche nelle situazioni più difficili. Realizzato dall’agenzia statunitense DARPA potrà essere utilizzato nelle situazioni di emergenza per portare soccorso alle persone. La sua figura ricorda proprio quella di un uomo, con braccia e gambe ed una testa che è un concentrato di sensori che accoppiati ad un telemetro laser permettono al cyborg di possedere una buona percezione nelle tre dimensioni. I costruttori di ATLAS lo hanno dotato di due paia di mani diverse tra loro che vengono sostituite in base a quello che il cyborg deve eseguire. Le articolazioni che permettono i movimenti di ATLAS sono a comando idraulico. Uno degli utilizzi del cyborg potrebbe essere quello di prestare soccorso nei casi di calamità naturali, come il recupero di corpi od attrezzature in caso di un incidente nucleare. Ora il passo successivo dei tecnici della DARPA è quello dello sviluppo, infatti secondo quanto hanno dichiarato loro stessi le sue capacità attuali sono paragonabili a quelle di un bambino di un anno di età. Per implementare le sue conoscenze sarà necessario sviluppare un software ad hoc, e la DARPA ha lanciato un concorso tra gli sviluppatori, con un premio di 2 milioni di dollari che sarà consegnato al vincitore.

[ai_ads]

Il concorso si terrà a, in Florida, ed i i contendenti dovranno far compiere ai cyborg specifiche azioni tra le quali la guida di una auto elettrica, salire su una scala a pioli, chiudere delle valvole di un impianto ed installare una pompa dell’acqua, tutte operazioni che potrebbero servire in caso di calamità naturali.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+