Uomo immortale? Un magnate russo ci sta lavorando, in 4 step entro il 2045

di Giuseppe Genova
In Misteri
22 giugno 2013
Commenti:

A prima vista potrebbe essere il sequel de " Il Mondo dei replicanti", film fantascientifico di Bruce Willis, invece il progetto di un imprenditore russo di rendere immortale l'uomo , entro il 2045, grazie all'impiego di cyborg, è concreta realtà.

 

Vivere all’infinito, senza invecchiare e morire non è più un’ utopia, o almeno c’è chi lo pensa. Entro l’anno 2045, un magnate russo prevede di poter realizzare uno dei sogni più ricorrenti in tutti gli esseri umani, essere immortali.

 

Follia o preveggenza? Dmitry Itskov, un giovane imprenditore russo, socio fondatore della New Media Stars, azienda operante nella web economy, non sembra certo essere uno dei soliti mitomani. Miliardario dall’età di 32 anni, da tempo insegue il sogno della sua vita, vincere la morte e diventare immortale. Ma come è possibile vincere il naturale declino biologico dell’uomo?
Secondo Dmitry la soluzione arriverà dalla tecnologia robotica. L’utilizzo di cyborg con sistemi digitali ed ologrammi potrebbero rendere concreto un sogno ad oggi considerato del tutto irrealizzabile.
Già pronta la tabella di marcia con i vari obiettivi da raggiungere.

Vediamo gli step principali, suddivisi in un lasso di tempo di cinque anni ognuno:
2020
Entro quest’anno Itskov prevede il perfezionamento di cyborg ad immagine umana. Comandati a distanza, potranno sostituirci in diverse funzioni operative (ad esempio sul lavoro).
2025
Il cervello verrà separato dal corpo biologico per essere trapiantato in un supporto vitale di origine artificiale, all’interno di un cyborg dall’aspetto umano.

2030-35
E’ prevista per questo periodo, l’operazione più delicata: la replica digitale di un cervello umano.
Se pensate sia impossibile il solo pensare di arrivare ad ottenere un risultato del genere, non potrete credere a quello che leggerete di seguito.
Theodore Berger, un ricercatore americano ha sostituito con un chip l’ippocampo di un topolino.
Dopo varie osservazioni è giunto ad una conclusione a dir poco sconcertante e rivoluzionaria, la cavia sottoposta ad impianto risultava possedere una memoria del tutto indipendente dal supporto biologico prelevato.
2045
Sarà l’anno del traguardo finale. Per allora il miliardario russo pronostica la completa eliminazione non solo del corpo biologico ma anche di quello artificiale. Si potrà sopravvivere in universo digitale, manifestando il proprio essere attraverso ologrammi di nostra esclusiva scelta.

[ai_ads]

Se la curiosità vi stuzzica e vi rende impazienti visitate le pagine di http://2045.com, il sito internet dedicato da Itskov a questa missione a dir poco incredibile.
Rimarrete senza ombra di dubbio stupiti da quante persone, importanti nel mondo scientifico e tecnologico, abbiano deciso di unire forze e cervello per cercare di aiutare il magnate russo a raggiungere il proprio sogno di immortalità

(Bruce Willis ne "Il Mondo dei Replicanti, film che ipotizzava l'utilizzo di replicanti al posto delle persone che ne assumevano il controllo nella propria abitazione)

(Bruce Willis ne “Il Mondo dei Replicanti, film che ipotizzava l’utilizzo di replicanti al posto delle persone che ne assumevano il controllo nella propria abitazione)

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+