Capodanno 2015 Torino: Paolo Belli e gli altri eventi all’ombra della Mole

di Redazione
In Attualità
29 dicembre 2014
Commenti:

Capodanno a Torino. Ecco cosa propone la città piemontese.

 

Così come avviene in tutte le maggiori città italiane, anche Torino si prepara ad accogliere l’anno nuovo, e per farlo mette a disposizione di turisti e cittadini una selezione di eventi di primissimo livello.

Per chi ha intenzione di aspettare l’arrivo del 2015 in piazza insieme a parenti o amici, la soluzione migliore è rappresentata dall’ormai classico appuntamento con “Ballando sotto la Mole“. L’inizio dello spettacolo è previsto per le ore 21:30, e il tema della serata sarà quello di far rivivere al pubblico, che ogni anno accorre in massa a Piazza San Carlo, le atmosfere uniche che solo la la musica dance è stata in grado di riprodurre negli ultimi 85 anni. Ad aprire il programma musicale sarà il maestro Matteo Negrin che condurrà l’apprezzatissima Gatsby Orchestra nell’esecuzione del Lindy Hop, un ballo contraddistinto da un particolare swing che ebbe grande diffusione negli Stati Uniti d’America negli anni della Grande Depressione, e che negli ultimi anni sta tornando nuovamente in voga tra gli appassionati. La Gatsby Orchestra non si limiterà, però, all’esecuzione di questo ballo, sfoggiando un repertorio vario e articolato, comprendente tutti i generi dance alternatisi nei decenni, a partire da Duke Ellington per arrivare a Count Basie. A seguire sarà la volta della Big Band di Gian Paolo Petrini che si esibirà riproducendo i maggiori successi della musica dance americana degli anni Cinquanta. A legittimare ancora di più la serata in Piazza San Carlo, vi sarà la partecipazione di Matteo Brancaleoni, una delle personalità artistiche più importanti nel panorama jazzistico italiano, tanto da avere duettato anche con un pezzo da novanta con il grande Michael Bublé.
Per il Capodanno a Torino con Ballando sotto la Mole, non poteva poi mancare uno dei pilastri del programma televisivo “Ballando con le Stelle”: Paolo Belli. Con la sua orchestra l’artista ripercorrerà i maggiori successi della musica swing, ma intratterrà il pubblico con la rivisitazione dei grandi pezzi della musica leggera italiana, alternando musica e ironia.

 

La manifestazione, in attesa che arrivi l’anno nuovo, servirà poi a celebrare una volta di più il connubio tra due città di forte stampo europeo come il capoluogo piemontese e Berlino. A sancire il gemellaggio tra le due città, saranno i fondatori dello swing elettrico in Italia, ovvero The Sweet Life Society, e Louis Prima, colui che per primo ha portato questo genere in Germania. Durante la serata non mancherà infine l’occasione per raccontare i grandi appuntamenti che attendono Torino nel 2015, a partire dalla funzione che toccherà alla città in qualità di Capitale Europea dello Sport, arrivando alle proposte che questa presenterà in vista dell’Expo, in procinto di accendere i riflettori sul Belpaese.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+