Capodanno 2015, da Matera a Roma, da Milano a Palermo, ecco le migliori feste in piazza di quest’anno

di Redazione
In Attualità
29 dicembre 2014
Commenti:

Ecco tutti gli appuntamenti del Belpaese per un Capodanno da ricordare.

 

Il Capodanno più “cool”, secondo molti sarà quello che si avrà modo di festeggiare a Matera. La città, che già “studia” da “Capitale europea della cultura” per il 2019, festeggerà l’arrivo del nuovo anno con balli nella piazza centrale accompagnati da una “playlist” costruita sulla base delle proposte arrivate dagli abitanti. Ma anche le altre città italiane saranno teatro di grandi eventi con cui si saluterà l’avvento del 2015: ad esempio Palermo si esibiranno artisti siciliani che hanno raggiunto la notorietà grazie ai “talent”, mentre Cagliari si distinguerà da tutte le altre città dando vita ad un Capodanno”diffuso”. Vediamo nello specifico come le maggiori città e piazze italiane si apprestano a far vivere l’ultimo dell’anno a quanti, sfidando il freddo, vorranno uscire di casa per festeggiare l’arrivo del 2015.

Non si può non cominciare da Matera. Il veglione si svolgerà in Piazzetta Pascoli e a portare tutti nel 2015 saranno due dj originari di quelle che saranno le città “Capitale della cultura europea” per l’anno che sta per arrivare, ovvero Mons e Pilsen. I due saranno coadiuvati da Damiano Fragasso, dj di Matera, in una simbolica unione tra le tre città. La playlist, come detto, sarà il frutto di una votazione alla quale hanno partecipato tutti i cittadini della città dei sassi. Torino e Piazza San Carlo saranno la meta degli amanti della “dance”, visto che si attenderà la mezzanotte ripercorrendo i quasi 90 anni di storia di questo genere musicale, partendo dalle origini e arrivando, sempre ballando, fino alla nuova corrente elettronica nata a Berlino. A Milano, come ormai è tradizione da molti anni, andrà in scena un concerto gratuito. L’anno scorso era toccato agli Elio e le storie tese accompagnare i milanesi nel nuovo anno: stavolta il piacevole compito lo avrà Roy Paci, che si farà coadiuvare in una serata sicuramente adrenalinica dai suoi “Aretuska Allstars”.

 

Spostandosi a Venezia, il nuovo anno verrà salutato con i caratteristici fuochi d’artificio che faranno risplendere la laguna, mentre nel pomeriggio del 31, come da tradizione, vi sarà il concerto di Capodanno: quest’anno quest’appuntamento alla Fenice vedrà alla direzione Daniel Harding. Anche Bologna rimane fedele alla tradizione, visto che dopo l’esibizione di una band italiana che si sta affermando nel mondo della musica elettronica, ovvero gli “M+A”, non mancherà l’accensione del rogo del Vecchione allo scoccare della mezzanotte. Genova, che ha vissuto un altro anno tragico a causa del maltempo, saluterà il nuovo anno con la musica classica che sarà di scena in Piazza Ferrari e con quella da discoteca nella zona di Porto Antico, per chi volesse ballare tutta la notte. Ma ad animare il Capodanno della Liguria vi saranno anche Irene Grandi e Ron, i quali si esibiranno rispettivamente a Savona e a Sanremo.

Firenze, così come Genova, si segnala per l’ampia offerta dedicata a quanti vorranno trascorrere l’ultimo dell’anno fuori casa. Si va da Mario Biondi, che porterà nel 2015 quanti si recheranno al Parco delle Cascine, alla musica gospel o jazz, per ascoltare la quale sarà sufficente recarsi in Santissima Annunziata e in Piazza del Carmine. La parte del leone in fatto di varietà dell’offerta per l’ultimo dell’anno la farà ovviamente Roma, dove l’evento più atteso è sicuramente quello del Circo Massimo, con i Subsonica che accompagneranno nel 2015 non solo i presenti ma anche chi si sintonizzerà su Rai Uno. Napoli festeggerà l’arrivo dell’anno nuovo in Piazza del Plebiscito, dove a fare gli onori di casa, con diretta su Canale 5, sarà Gigi D’Alessio: all’artista napoletano si uniranno nomi del calibro di Fedez, Alex Britti e Francesco Renga. Dopo la mezzanotte vi saranno i fuochi d’artificio sul lungomare e la musica continuerà fino alle prime luci dell’alba.

Proseguendo verso Sud, Palermo aspetterà l’anno nuovo in Piazza Politeama, dove si esibiranno i giovani palermitani che si sono fatti conoscere in questi anni nei talent-show, come ad esempio Antonella lo Coco, terza nell’edizione di X-Factor di due anni fa, mentre a Catania di scena il vincitore di quest’anno, con Lorenzo Fragola, che aprirà la serata dedicata a Lucio Dalla. A Cagliari andrà invece in scena, come detto all’inizio, quello che è stato ribattezzato come il Capodanno “diffuso”: l’idea degli organizzatori è quello di far passeggiare gli abitanti da una piazza all’altra della città, per non fargli perdere nemmeno un evento di quelli in programma. Se però si è amanti della techno ci si potrà fermare nella zona dove Kevin Saunderson, “papà” di questo genere, farà ballare chi lo vorrà fino alle prime luci del giorno. Per chi invece è alla ricerca di un concerto più classico, sarà possibile scegliere tra Caparezza, i Club Dogo e i Litfiba: il primo si esibirà ad Alghero, mentre Club Dogo e Litfiba suoneranno rispettivamente a Olbia e a Castelsardo.

Non c’è, infine, la sola Matera, nonostante le dimensioni, a stupire per le iniziative. Cosenza, ad esempio, si segnala per la presenza in Piazza dei Bruzi, a poche settimane dalla pubblicazione del suo ultimo lavoro, del grande Francesco De Gregori; Bari  non delude con una serata monopolizzata dalla partecipazione, in piazza Prefettura, di Vinicio Capossela che si esibirà supportato dalla  Banda della Posta, un gruppo, come il rapper, proveniente da Calitri; come spettacolo assicurato a Molfetta dove la scena viene riempita dalla storia band dei Modena City Ramblers, mattatori del combat folk. In Abruzzo si segnala Francavilla che non sfigura neppure nei confronti di Pescara, dove si esibiranno i Tiromancino, per una serata gratuita che vedrà protagonista la simpatica Arisa, preceduta dalla performance della Gipsy Band. “Tanta roba” anche a Rimini in quello che si autodefinisce come “il Capodanno più lungo del Mondo” e che vedrà il concerto live del trio Gazzè-Fabi-Silvestri, mentre Jesolo ospita  Dolcenera, Alessandro Casillo ed i Sonohra, mentre Lecce celebra l’ascesa dei Boom Da Bash, Modena l’intramontabile Enrico Ruggeri. Infine da segnalare gli appuntamenti a Mantova con i Nomadi, Pisa con Edorado Bennato e Città di Castello che accoglie Michele Bravi: mentre Latina si apre alla famiglia con Cristina d’Avena  e gli Eiffel 65. Di altro tenore, ma non meno interessante, la proposta di Orvieto con Umbria Jazz Winter che dalle 21.oo, in diverse locations, proporrà il debutto di Ainè, rappresentante del contemporary r&b nostrano e del gruppo di Todd Day Wait con il suo mix di blues, folk e country. Omaggio al sound della Louisina poi con la band diretta da Don Vappie e Evan Christopher, con i Blues Express di Patrick Williams e la Road Home Band. Ad accompagnare ai 24 rintocchi, un esponente di punta del nuovo jazz americano come Jonathan Baptiste, mentre il 2015 si apre con una rilettura di “A Love Supreme”,  con Joe Lovano e Chris Potter Quintet presso Palazzo Mancinelli, mentre Palazzo del Popolo ospita la c tradizione musicale di New Orleans con Dawell Crawford.

 

 

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+