Efferato duplice delitto a Parma: una donna ghanese incinta e sua figlia rinvenute morte in casa

di Redazione
In Cronaca
12 luglio 2017
Commenti:

Un duplice delitto, avvenuto nel pomeriggio di ieri, ha sconvolto la città di Parma: i cadaveri di una donna ghanese di 45 anni, incinta, e della figlia undicenne sono stati rivenuti senza vita all'interno della propria abitazione.

 

LA SCOPERTA DA PARTE DEL FIGLIO DELLA DONNA – A trovare i corpi senza vita della madre e della sorella è stato uno dei due figli della donna, al momento del rientro a casa dal lavoro: al 25enne Raymond è infatti toccato fare la macabra scoperta dei due cadaveri e dover avvertire i Carabinieri, per quello che si configura come uno dei più efferati crimini commessi di recente a Parma.

Le vittime, stando a quanto si apprende, sono Nfum Patience, una donna di 45 anni di origine ghanese e che era incinta, oltre alla figlia Magdalene Nyantakyi, di appena undici anni: entrambe sarebbero state uccise con diverse coltellate e lasciate riverse sul pavimento della sala da pranzo della loro casa, ubicata nella periferia del centro abitato; inoltre, a detta dei soccorritori, la scena del crimine era “raccapricciante e testimoniava dell’efferatezza con cui l’assassino si sarebbe scagliato contro le due donne, anche a causa dell’elevata presenza di sangue in giro per l’appartamento.

 


LA PISTA SEGUITA DAGLI INQUIRENTI
– Al momento, l’autore del cruento gesto e il movente sono ancora ignoti, ma gli inquirenti hanno già una pista ben precisa da seguire: stando alle cronache locali, gli uomini delle forze dell’ordine sarebbero sulle tracce dell’altro figlio della donna che sarebbe ancora irreperibile ed è quindi tra i principali sospettati del duplice omicidio. Solomon Nyantakyi (questo il nome del ricercato) è un ragazzo di 21 anni abbastanza noto a Parma per aver militato in passato tra le fila della squadra di calcio gialloblu e considerato una giovane promessa del vivaio, tanto da essere convocato in prima squadra dall’allora tecnico Roberto Donadoni quando il club ancora militava in Serie A. Per quanto riguarda il marito della 45enne vittima, si è appreso che, al momento del delitto, si trovava in Inghilterra per questioni di lavoro.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+