Mistero: Si moltiplicano i rumori inquietanti, di cui non si comprende l'origine

di Giuseppe Genova
In Misteri
30 gennaio 2013
Commenti:

Non occorre andare in Canada o far tappa in Messico per sentire da parte di amici o conoscenti di misteriosi rumori percepiti, soprattutto di notte, di cui non si comprende l'origine. Come per le scie chimiche semplice paranoia o c'è qualcosa di più....

 

Quei suoni fastidiosi, simili a ronzii, ma, spesso, intensi come boati, stanno tormentando gli abitanti di Windsor, in Canada; sono rumori insopportabili che non danno tregua, né di giorno, né di notte. Le autorità canadesi si stanno adoperando per le indagini, soprattutto perché il caso di quei rombi è ancora irrisolto.
La prima volta che i boati vennero avvertito a Windsor fu nel 2011. Da allora i ricercatori canadesi stanno effettuando analisi per identificare l’origine dei misteriosi ronzii. A tal fine, sono stati stanziati 60.000 dollari canadesi.
Gary Grosse, abitante della zona, ha dichiarato al “National Post” che il boato è talmente forte da far tremare il letto e vibrare le finestre. Quando accade di notte, chi vive nei dintorni si sveglia all’improvviso e rischia di impazzire dalla paura!
Per il momento, la scienza ha dato risposte poco esaurienti. Qualche geologo afferma che la causa dei rumori è lo schianto delle onde oceaniche contro il continente: ma se le onde s’infrangono da sempre sulle zolle della terraferma, come mai il fenomeno misterioso viene avvertito soltanto dal 2011? La terra emette strani boati, ad esempio, quando si verificano eventi tellurici o eruzioni sotterranee. Ma nessuno di questi terribili fenomeni naturali è stato registrato nell’Ontario negli ultimi tempi.
Anche altrove, sulla Terra, sono stati avvertiti strani rumori. Di recente, a nord del Messico, il cosiddetto “Ronzio di Taos” ha angosciato le popolazioni della zona: è sparito all’improvviso come era comparso, ma è durato quasi venti anni! Anche in Nuova Zelanda, Australia e Gran Bretagna sono stati segnalati rumori misteriori, squillanti e assordanti, che a volte sembravano provenire dal cielo e altre dai meandri del sottosuolo.

[ai_ads]
In assenza di una risposta scientifica, un po’ come per la vicenda delle scie chimiche, pullulano le ipotesi più fantasiose. Alcuni attribuiscono la responsabilità all’HAARP, programma americano di ricerca sull’atmosfera: le mega antenne sarebbero diventate delle armi sperimentali, capaci di modificare l’intero ecosistema. Altri pensano sia il preludio dell’Apolicasse, altri ancora sono convinti che siano arrivati gli alieni.
Ritornando a Windsor, le indagini governative avrebbero dato una prima risposta: pare, anche se non è certo, che i rombi provengano dalla zona industriale di Zug Island, nel Michigan, USA. Purtroppo l’area è circondata da filo spinato e quindi inaccessibile agli esperti canadesi. Il governo ha chiesto spiegazioni agli Stati Uniti, ma non ha ottenuto alcun riscontro. Tutto tace e, di conseguenza, ci si chiede quali strani esperimenti vengano effettuati in quella zona degli USA, così vicina ai terribili boati di Windsor, ma così off limits.

 

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+