Ponte Morandi, allarme per pilone 10: chiesto l’abbattimento o la messa in sicurezza

di Redazione
In Cronaca
23 agosto 2018
Commenti:

Il governatore della Liguria Giovanni Toti chiede ad Autostrade per l'Italia un intervento immediato per l'abbattimento o la messa in sicurezza dell'area del ponte Morandi oggetto di un'attenta analisi da parte degli ispettori del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti.

 

La relazione degli ispettori del Mit

Meno di dieci giorni fa crollava parte del Ponte Morandi, causando la morte di 43 persone. A poco più di una settimana dal tragico fatto che ha sconvolto la realtà sociale ed economica della città di Genova, una relazione eseguita dagli ispettori inviati dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti evidenzia la criticità della situazione attuale. Nel mirino della commissione di esperti c’è il pilone 10, il quale presenterebbe un grado di corrosione pari a 4 (su una scala complessiva di 5). La pila crollata in data 14 agosto presentava un degrado di livello 3.

 

Dopo aver ricevuto l’analisi dettagliata della commissione composta dagli ispettori del Mit e presieduta da Roberto Ferrazza (professione architetto), Giovanni Toti – governatore della regione Liguria e nominato commissario straordinario per l’emergenza- ha chiesto l’abbattimento o la messa in sicurezza della struttura per cui sono state evidenziate le criticità da parte della commissione. Il governatore Toti ha annunciato la sua richiesta in una lettera indirizzata alla società Autostrade per l’Italia (gestita da Atlantia, che a sua volta è in mano alla famiglia Benetton). Inoltre, il parlamentare di Forza Italia ha ricordato che le spese per l’abbattimento o l’eventuale messa in sicurezza spettano esclusivamente ad Autostrade per l’Italia, poiché ha in concessione il tratto di autostrada interessato dal crollo del ponte. Lo stesso Toti ha però voluto lasciare la porta aperta ad eventuali novità attese per le prossime settimane, in riferimento alla possibile revoca della concessione ad Autostrade per l’Italia da parte del governo, a patto che la penale sia facilmente assorbibile dalle casse dello Stato.

Le condizioni dei feriti

Rimangono gravi le condizioni della 24 enne Camilla Scabini, per la quale si è deciso il trasferimento al San Martino. Destano meno preoccupazioni le cartelle cliniche di Gianluca Ardini (sotto osservazione) e dei fidanzati Eugeniu Babin e Yelina Natalya, in attesa di trasferimento per la riabilitazione.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+