Relazione complicata tra Cortellesi e Raoul Bova in “Scusate se esisto!” (trailer)

di Redazione
In Cinema
20 novembre 2014
Commenti:

Divertimento intelligente in "Scusate se esisto!", nuova opera del bravo Riccardo Milani.

 

Tra le moltissime commedie italiane che hanno visto la luce in questo ultimo periodo, “Scusate se esisto!” risulta essere tra quelle di maggiore qualità, visto che risate e riflessioni abbondano. Questo film, che vede la Cortellesi nelle vesti di protagonista e co-sceneggiatrice, è un bello spaccato del mondo del lavoro nostrano e del problema del maschilismo in esso presente.

 

Serena Bruno, il personaggio interpretato da Paola Cortellesi, è un affermato architetto che ad un certo punto della propria vita, dopo anni passati a lavorare all’estero, prende la decisione di fare rientro nel Belpaese. Purtroppo si renderà ben presto conto che l’esperienza accumulata in tanti anni le serve a poco, visto che in Italia tutto quello che riesce a trovare sono solo lavori precari e malpagati. Facendo la cameriera in un ristorante si imbatte in Francesco, che ha il volto del bravo e bello Raoul Bova. Innamorarsi di lui è un attimo, ma purtroppo c’è un ostacolo insormontabile: Francesco è infatti gay.
Tuttavia i due saranno coinvolti in una storia d’amore molto particolare, visto che Francesco si farà passare per eterosessuale, mentre Serena si spaccerà per uomo, pur di riuscire a vedersi assegnato un importante lavoro per cui il suo curriculum sarebbe perfetto se solo non fosse una donna.

Il film, pur risultando populista in alcune parti, si segnala per la capacità di far passare spensieratamente il tempo allo spettatore e per il fatto di riuscire ad accendere i riflettori su quelle che sono le disuguaglianze ancora troppo presenti nel mondo lavorativo italiano. A quando una vera parità di genere?

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+