Messico: ucciso broker italiano

di Redazione
In Mondo
30 marzo 2018
Commenti:

Broker italiano ucciso brutalmente in Messico, accanto al cadavere un cartello che recita "questo perché sono un ladro". La polizia sta indagando sul movente dell’omicidio, ma sembra che al momento non ci siano piste rilevanti da seguire.

 

E’ notizia di poche ore fa quella del ritrovamento in Messico del cadavere di un broker italiano all’interno di una busta di plastica. Il fatto è avvenuto a pochi chilometri di distanza da Città del Messico, nella cittadina di Tlaltizaplan e vede come vittima l’intermediario finanziario Alberto Villani, residente a Pavia.

Villani sarebbe stato ucciso con due colpi di pistola alla testa, più precisamente si tratterebbe di un revolver. Il movente sembra essere ad oggi sconosciuto, la polizia messicana sta infatti indagando sulla vita del giovane 37enne che da anni frequentava per lavoro i paesi neolatini americani, il quale parrebbe non avere nemici in terra estera.

 

Di fianco al cadavere dell’uomo è stato ritrovato un cartello con la scritta “Questo mi è successo per essere un ladro“, così perlomeno ha diffuso il giornale La Provincia Pavese. L’ultimo contatto dell’uomo era avvenuto in data 20 Marzo, data in cui avrebbe parlato con la sua convivente, una donna proveniente da El Salvador, il ritrovamento del corpo risale invece al 26 Marzo avvenuto proprio perché la donna, allarmata dall’impossibilità di raggiungere telefonicamente il fidanzato, aveva esposto denuncia attivando cosi la polizia messicana che ha poi provveduto al triste rinvenimento.

Le indagini continuano e vedono affiancate la polizia italiana e quella messicana, nella speranza di trovare una pista da seguire non resta che piangere la scomparsa prematura di questo giovane ragazzo.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+