Parigi all’erta: fermato un ragazzo con pistole e Corano nella borsa

di Redazione
In Mondo
29 gennaio 2016
Commenti:

Un ragazzo di ventotto anni è stato fermato ed arrestato a Parigi: era in possesso di due pistole e di un Corano. Secondo la sua versione, le armi servivano per la sua sicurezza.

 

Nuovi momenti di terrore a Parigi: durante la giornata del ventinove gennaio 2016, nei pressi dell’hotel New York di Disneyland di Parigi, un ragazzo di ventotto anni è stato fermato dalle autorità.

L’uomo, accompagnato da una ragazza, avrebbe posto la sua valigia nel metal detector, che ha iniziato a segnalare la presenza di oggetti metallici.
Le autorità presenti sul luogo hanno effettuato immediatamente dei controlli: all’interno del bagaglio sono state trovati due pistole ed un Corano.
Questo ovviamente ha allarmato la sicurezza, che subito ha bloccato il giovane il quale, secondo alcune testimonianze, non avrebbe opposto alcuna resistenza all’arresto.
La compagna, che si sarebbe presentata assieme a lui, è invece scappata: di lei non si hanno tracce e soprattutto non si conosce l’identità.
Il ragazzo, sottoposto ad un interrogatorio durato diverse ore, avrebbe sostenuto che, le armi in suo possesso, si trovavano nella borsa solo per proteggerlo.
Immediatamente, gli artificieri avrebbero ispezionato il veicolo della coppia, ma al suo interno non è stato trovato alcun tipo di esplosivo o altri oggetti in grado di minare la vita delle persone.

 

Le autorità continuano ad indagare sulla motivazione per la quale il ragazzo ha parlato di sicurezza personale e sul perché teneva con sé le armi.
Inoltre, il fatto che la sua compagna si sia data immediatamente alla fuga non aiuta di certo il giovane, il quale ha sostenuto di non esser al corrente della posizione della sua fidanzata.

François Banon, il vicepresidente della Comunicazione del parco divertimenti di Disneyland, ha spiegato che le autorità stanno continuando ad indagare ed a cercare risposte per il comportamento della ragazza.
Inoltre, è stato rivelato che le unità antiterrorismo francesi non sono state coinvolte, visto che il ragazzo sembrerebbe non essere un terrorista pronto a compiere delle stragi.
Le autorità inoltre sono alla ricerca della ragazza, vista come una potenziale minaccia, visto che è scappata dopo che la valigia del compagno è stata aperta.
La situazione d’allerta comunque è presente a Parigi e nel parco, visto che molte persone temono per la loro sicurezza proprio a causa di quanto accaduto nel corso della mattinata all’entrata di Disneyland.

img_182430631832672.jpg

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+