Valanga su Breuil-Cervinia: la località sciistica avvolta in una gigantesca nube bianca

di Redazione
In Cronaca
13 gennaio 2016
Commenti:

Una gigantesca valanga di neve, staccatasi nella zona delle Grandes Murailles, ha sfiorato la località sciistica di Breuil-Cervinia e scatenato il panico tra i residenti: non si sono tuttavia registrate vittime, né danni al centro abitato.

 

VALANGA SU BREUIL-CERVINIA – Si è trattato di un evento più unico che raro e che però fortunatamente non ha avuto gli effetti devastanti che ci si sarebbe potuti aspettare: la valanga di neve di stampo quasi himalayano che ha interessato Breuil-Cervinia (Valle d’Aosta) ha infatti letteralmente avvolto in una gigantesca nuvola di polvere bianca la nota località sciistica.

Il tutto è avvenuto in pochi secondi, attorno alle 12.30 della giornata di ieri, quando una grande massa di neve si è staccata a circa 3000 metri di altitudine dalla punta Lioy sulle Grandes Murailles, la bastionata che divide Valpelline da Valtournenche. La slavina, essendo però molto polverosa e pur abbattendosi a valle a una velocità impressionante, non ha causato particolari danni dato che ha rallentato e si è così fermata a circa due chilometri dal paese.

 

IL “SOFFIO” DELLE GRANDES MURAILLES – Ad ogni modo, il fenomeno ha colto di sorpresa residenti e villeggianti del centro valdostano: secondo alcuni testimoni, per pochi attimi il cielo si è oscurato ed è calato il buio su Breuil-Cervinia. In alcuni casi, l’immane sventagliata di neve ha addirittura invaso case ed esercizi commerciali, spalancando anche porte e finestre, ma senza provocare vittime o danni particolari alle abitazioni.

“Nonostante il panico, non c’è stato comunque alcun pericolo per le persone”

ha spiegato successivamente Giuliano Trucco, una delle guide più esperte della zona, nonché uno dei componenti della locale commissione valanghe.

“Ci aspettavamo alcuni distacchi spontanei – ha aggiunto Deborah Camaschella, il sindaco di Valtournenche- ma mai come quello di oggi”.

Infatti, episodi come quello verificatosi nella nota località di villeggiatura non sono sconosciuti ai residenti che negli anni hanno imparato a convivere con il cosiddetto “soffio” delle Grandes Murailles. Tuttavia, le precipitazioni verificatesi nelle ultime settimane hanno causato l’ammasso di una ingente quantità di neve molto soffice e che si è così staccata facilmente dalle pendici delle montagne.

Stando a quanto riferito ancora dal primo cittadino di Valtournenche,

“sono previsti altri distacchi nei prossimi giorni, dato che si tratta di un fenomeno normale”

ma che non saranno comunque della stessa portata dell’ultima valanga e che non avranno alcuna ripercussione né sulle abitazioni, né sulla regolare viabilità lungo le strade.

img_1784538330773479.jpeg

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+