Donna muore durante un’escursione sul Cervino: la turista americana è stata colpita da un fulmine

di Redazione
In Cronaca
1 agosto 2017
Commenti:

Un drammatico incidente è avvenuto sul Monte Cervino, in Valle d'Aosta: una turista americana è morta dopo essere stata colpita da un fulmine mentre era impegnata in un'escursione assieme al compagno.

 

L’INCIDENTE DURANTE UNA SESSIONE DI ALPINISMO – La tragedia è avvenuta intorno alle 20 di domenica, ma è diventata di pubblico dominio solamente nelle ultime ore, dopo che una delle vittime è riuscita a dare l’allarme e ad allertare i soccorsi: una turista americana è morta sul Monte Cervino mentre era assieme al suo compagno durante una sessione di alpinismo.

La donna sarebbe stata colpita da un fulmine ed è morta immediatamente, mentre il suo compagno si trova ricoverato attualmente in ospedale in gravi condizioni dopo aver atteso a lungo i soccorsi anche a causa delle avverse condizioni atmosferiche che hanno inevitabilmente rallentato le operazioni di salvataggio.

 

Al momento non è ancora ben chiara la dinamica del drammatico incidente ma è certo che i due alpinisti (che si trovavano nei pressi della vetta e sono stati colti di sorpresa da un temporale) avevano già tentato la scalata ed erano esperti della montagna.

IL COMPAGNO RICOVERATO IN IPOTERMIA – Le condizioni del turista americano sopravvissuto al momento sono critiche: infatti l’uomo, pur avendo dato l’allarme subito dopo l’incidente, ha dovuto attendere la giornata di lunedì quando, attorno alle due del pomeriggio, è stato raggiunto dalle squadre di soccorso e trasportato in un ospedale svizzero in condizioni di grave ipotermia. A rallentare le operazioni, come detto, sono state la scarsa visibilità e le condizioni atmosferiche sfavorevoli che hanno impedito all’elicottero adibito a questo genere di servizio (un Air Zermatt AG in dotazione alle unità di pronto intervento elvetiche in montagna) di alzarsi in volo.

Dal racconto dei soccorritori si è inoltre appreso che i due turisti, in seguito al fulmine, erano anche precipitati per alcuni metri lungo la parete nord del Monte Cervino, pur rimanendo attaccati alle corde che avevano legato alla croce che si trova sulla vetta.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+