Google news Spagna cesserà di esistere il 16 Dicembre

di Redazione
In Scienze e Tech
12 dicembre 2014
Commenti:

La Spagna deve rinunciare al servizio di Google news: questo poiché la legge spagnola prevede che vengano pagati i compensi agli editori qualora Google dovesse utilizzare parti del testo da loro pubblicate online.

 

Da martedì 16 Dicembre, la Spagna dovrà rinunciare ad uno dei servizi più utilizzati e sfruttati da parte degli utenti che viene offerto da Google: il servizio news infatti verrà completamente rimosso, mentre negli altri settanta Paesi tale servizio continuerà a funzionare in maniera classica.

Questa novità, che sicuramente non renderà felici gli utenti spagnoli che hanno sempre trovato utile il servizio di notizie offerto da Google, deriva dal fatto che a Gennaio entrerà in vigore la nuova legge che riguarda la proprietà intellettuale.
Le testate giornalistiche dunque, anche se una piccola parte del testo da loro pubblicato online dovesse essere preso in prestito da Google, sono obbligate a chiedere un compenso monetario a Google, il quale è dunque costretto a dover pagare obbligatoriamente tali compensi.

 

Google dunque ha preso una decisione drastica, ovvero chiudere il servizio sul suolo spagnolo, dato che il servizio nasce senza scopo di lucro, e pertanto Google non è in grado di sostenere tale costo, visto che si dovrebbero pagare molte testate giornalistiche.

Questo ovviamente va a svantaggio anche dei siti spagnoli che pubblicano articoli sul web e delle testate giornalistiche, visto che grazie a Google news la loro visibilità aumenta in maniera considerevole.
Tutto ciò tra pochissimi giorni dunque volgerà al termine, ed anche quella concorrenza che aveva permesso alla parte spagnola del web di avere contenuti di qualità finirà.

La legge dunque limita non solo il mondo reale, ma anche quello virtuale, visto che prende in considerazione anche tale aspetto.
Dopo anni d’onorato servizio dunque, una piccola parte di Google news va in pensione, anche se nel resto del web questo sarà attivo, e non avrà degli effetti negativi come si potrebbe pensare.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+