Melbourne: SUV sulla folla, due arresti

di Redazione
In Mondo
21 dicembre 2017
Commenti:

Melbourne, Australia, un Suv lanciato a tutta velocità sulla folla, travolge 16 persone, al momento non si registrano morti.

 

In pieno giorno, un Suv, con a bordo 2 persone, travolge all’incrocio di Flinders Street 16 persone; così riportano i media australiani, invitando la popolazione a non avvicinarsi alla zona dell’incidente.
Coloro che si trovavano nei pressi dell’incrocio, affermano che l’incidente è durato solo pochi secondi, da quando, insomma, l’auto è passata con il rosso ed ha iniziato ad investire i pedoni, scagliandoli in tutte le direzioni come fossero dei birilli. Si è creato così il caos generale: chi cercava di scappare, chi rimaneva steso in terra e chi cercava di dare il proprio soccorso alle vittime. Tra feriti, in gravi condizioni, c’è anche un bimbo.

Gli australiani stanno rivivendo la paura degli attacchi terroristici, infatti già a giugno un uomo somalo, ha ucciso un portiere di un complesso di abitazioni, barricandosi dentro uno di essi con una donna, affermando di agire in “nome di al Quaeda e dello Stato Islamico“. Il somalo in quel caso è stato colpito a morte dagli agenti.

 

La polizia invita però alla calma, affermando che non sono ancora chiari i motivi di quest’azione, che è stato sì un atto deliberato, ma che al momento non è stato rivendicato questo atto criminale.

L’autista del Suv e il suo presunto complice sono già stati fermati dalla polizia, che al momento li sta interrogando per capire le reali motivazioni che hanno spinto a questo folle gesto.

E’ giusto ricordare che nel settembre 2014 le autorità australiane hanno elevato l’allerta terrorismo, aumentando la presenza delle forze dell’ordine per le strade, inasprendo maggiormente le pene e aumentando i controlli verso coloro che entrano e/o escono dal paese; nonostante tutte le misure cautelari prese, da quella data ad oggi ci sono stati altri 4 attentati.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+