Rotterdam, sventato attentato terroristico: furgone con bombole di gas pronto a colpire

di Redazione
In Mondo
24 agosto 2017
Commenti:

Sventato attentato terroristico a Rotterdam, rinvenuto un furgone con all'interno delle bombole di gas vicino al locale dove si sarebbe dovuto tenere il concerto degli Allah-Las, gruppo musicale americano.

 

Rotterdam, Olanda. – Poteva essere una strage l’attentato terroristico sventato dalla polizia della città olandese poco prima che iniziasse il concerto del gruppo americano Allah-Las. Mancavano pochi minuti all’inizio dello spettacolo, quando le forze armate hanno fatto evacuare il locale dove erano arrivati i fan della band, pronti a vivere una serata di divertimento e musica. Una serata estiva come tante altre, che invece si sarebbe potuta trasformare in una notte di sangue, in un altro Bataclan, un’altra Manchester.

Ancora una volta il protagonista, in negativo, è un van, situato vicino al locale dove si sarebbe dovuto tenere il concerto della band statunitense, originaria di Los Angeles. Il furgone, posto sotto sequestro dalla polizia, conteneva al suo interno decine di bombole di gas. L’autista del van è stato subito arrestato e la zona messa in sicurezza in pochi minuti, con la band che è stata fatta uscire dal retro del locale, che conteneva poco meno di 1.000 fan.

 

Stando alle prime indiscrezioni, sono state le autorità spagnole, che hanno inviato una segnalazione ai colleghi olandesi, i quali si sono da subito attivati, annullando il concerto e mettendo in sicurezza l’area. All’interno del furgone è stata rinvenuta una carta d’identità spagnola. Anche la targa del mezzo era iberica. La polizia, al momento, esclude però qualsiasi collegamento con i tragici fatti di Barcellona della settimana scorsa, con l’attentato alle Ramblas che ha mietuto 15 morti, questo il bilancio ancora provvisorio dell’attacco terroristico a Barcellona.

Già in passato la band americana aveva ricevuto diverse critiche da parte della comunità musulmana, per via del nome scelto per il gruppo. Il leader del gruppo di Los Angeles, Miles Michaud, ha spiegato che non c’è mai stato alcun intento denigratorio nei confronti della religione musulmana, sottolineando come fosse stato scelto Allah perché avevano bisogno di un nome forte e che ricollegasse al tema del sacro.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+