Addio a Fausto Mesolella, chitarra degli Avion Travel

di Redazione
In Musica
31 marzo 2017
Commenti:

Una chitarra storica della musica italiana si è spenta il 30 marzo 2017.

 

L’anima degli Avion Travel, che con il gruppo aveva vinto Sanremo nel 2000 con la canzone Sentimento, ha subito un colpo al cuore mentre stava lavorando nel suo studio di registrazione a Macerata Campania. Il servizio di rianimazione non ha potuto fare nulla se non decretarne il decesso.
Il primo a salutare il chitarrista è stato Red Ronnie, in un post su Facebook, con l’augurio di ritrovarlo in un’altra dimensione.
Fausto Mesolella era nato a Caserta e aveva cominciato a suonare a soli 12 anni, riuscendo a padroneggiare le 6 corde in pochi anni.
Nel 1986 il suo debutto nella leggendaria band della Piccola Orchestra Avion Travel, scrivendo una pagina importante del rock italiano.
Nel corso della sua vita ha suonato per illustri artisti come Gianna Nannini, mantenendo sempre quel suo approccio empatico alla musica, sentito e poco pubblicizzato come le canzoni che da sempre lo hanno contraddistinto.
Da sempre riservato e umile, balzò agli onori della cronaca nel 2012 per una denuncia per stalking nei confronti di una fan, rea di minacce e molestie.
Pochi anni fa, era stato vittima di un infarto, trattato in maniera celere e non invalidante, che lo spinse a cambiare abitudini di vita e ricercare uno stile di vita sano e rispettoso del suo corpo. Purtroppo non è stato abbastanza e ha lasciato questa terra a soli 64 anni.

 

img_2655185419993968.jpg

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+