Asteroide 2012, Nibiru colpirà la Terra. Una bufala dal blog Cnn

di Redazione
In Misteri
12 novembre 2012
Commenti:

Un asteroide colpirà la terra? Nibiru decreterà la fine del genere umano? Niente paura solo una bufala dal blog Cnn.

 

Un nuovo asteroide potrebbe colpire la Terra entro la fine del 2012. Le probabilità di collisione con questo masso dalle dimensioni enormi grande quando il Texas e a cui è stato dato il nome di Nibiru, sembrano essere del 30% . Nibiru, che già negli antichi testi sumeri era considerato un pianeta sinonimo di morte e distruzione, potrebbe quindi decretare la fine del mondo entro il prossimo dicembre, così come profetizzato dall’antica civiltà Maya .

Di simili spaventosi annunci, negli ultimi anni se ne sono letti molti dando origine a incontrollabili fantasie sull’imminente distruzione della Terra da parte di minacciose rocce o meteoriti. Questa volta però le cose sono andate un po’ diversamente e l’allarme lanciato ha scatenato il panico e ha lasciato perplessi i lettori di questo genere di notizie. La notizia è uscita su Cnn Ireport e leggere CNN, il più grande gruppo di informazione mondiale, ha dato una sorta di veridicità a quanto scritto nel post.

 

In accordo con alcuni esperti della Nasa, sia impiegati che scienziati, un asteroide di nome ‘Nibiru‘ si sta dirigendo verso la Terra e le possibilità di impatto sono superiori al 30%. Come si può facilmente capire la Nasa non ha dato la notizia per mantenere la calma e non seminare il panico, oltre che di avere la certezza dei fatti prima di lasciare una dichiarazione ufficiale ai media.

La news quindi non era stata postata direttamente dalla CNN a diffondere l’articolo è stato un’utente, MFaircloth83“, dal sito Cnn Ireport, blog a cui hanno libero accesso utenti che possono esprimere opinioni e scrivere articoli, il post è subito salito nei motori di ricerca e si è diffuso rapidamente tramite i social netwok.

Una bufala quindi, secondo la CNN e nessuna replica da parte della NASA.

Fonte: weeklyworldnews.com

 

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+