Caraibi: l’uragano Maria prossimo alla devastazione dopo Irma

di Redazione
In Mondo
19 settembre 2017
Commenti:

La minaccia è vicina. Domani i Caraibi saranno messi a dura prova da "Maria", un nuovo potente uragano, ora categoria 4. Intanto Josè fa capolino sulle coste di New York e New Jersey.

 

Dopo il devastante passaggio di Irma nei giorni scorsi che ha messo in ginocchio l’area geografica dei Caraibi, è ora atteso Maria. Il National Hurricane Center (NHC), che ne sta monitorando la potenza, ha previsto categoria 4, con venti che superano i 200 km orari, il che tradotto significa potenzialmente catastrofico.

Il passaggio di Maria è previsto per la serata di domani, mercoledì. Attualmente di trova a 25 km a nord-est dell’isola di Martinica, nelle Antille francesi. A seguire si sposterà nei pressi di Dominica e delle adiacenti Isole Leeward e si avvicinerà a Porto Rico e alle Isole Vergini nella giornata di oggi, ha fatto sapere il NHC.

 

Martinica e Porto Rico sono già da ore in stato di massima allerta. A Guadalupa è stata ordinata evacuazione delle zone più a rischio a partire da questa sera alle ore 20 ora italiana. Le autorità francesi parlano di inondazioni e smottamenti di terreno previste. In questi giorni la popolazione ha cercato di proteggere le proprie abitazioni con mezzi di fortuna, barricando gli ingressi di case e negozi, puntellandone accessi con travi di legno.

Macron si dichiara pronto a inviare aiuti a sostegno, ci sarà molto da ricostruire. Il ministro dell’Interno francese, Gerard Collomb, ha promesso una “mobilitazione totale” delle autorità francesi. Trump rimanda la visita prevista.

Intanto un nuovo stato di allerta è stato emanato per Josè, un uragano che fa capolino con categoria 1 sulle coste di New York e New Jersey. Le zone costiere interessate, saranno oggetto di forti venti e piogge con conseguenti allagamenti. I venti più forti sono previsti su Long Island, ma mercoledì potrebbero interessare anche il cuore di Manhattan. La tempesta dovrebbe indebolirsi da venerdì, grazie al miglioramento delle condizioni meteo.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+