Doblò: nel 2015 arriva il restyling per il multispazio di casa Fiat

di Redazione
In Auto
18 dicembre 2014
Commenti:

Quarta serie per il Fiat Doblò e le novità sono veramente tante.

 

Il Fiat Doblò giunge alla quarta generazione: il multi-spazio dell’azienda torinese – che anche stavolta si è affidata alla Turchia per la produzione – si presenta rinnovato e con un restyling estetico profondo.

Il suo debutto sul mercato è datato 2000 e in quasi quindici anni sono state più di 300 mila le immatricolazioni, grazie in particolare alla sua versatilità. In questa nuova versione è stata modificata soprattutto la parte frontale, mentre sono stati mantenuti i tratti principali che hanno caratterizzato il veicolo dalla prima generazione ad oggi. Il nuovo Doblò è ordinabile sin da questa settimana, ma negli showroom della Fiat arriverà solamente nel Febbraio prossimo; il listino dei prezzi prevede un costo di poco più di 18 mila euro per la versione base e 26 mila euro per quella al vertice della gamma.
Come detto, la novità principale del nuovo Doblò risiede nella zona anteriore: il paraurti è totalmente rinnovato, così come è inedito il cofano dalla forma affusolata ed i gruppi ottici. Nelle zone laterali risulta maggiormente slanciato e la visibilità dall’interno dell’abitacolo è ottimale grazie all’ampia superficie vetrata e agli specchi di dimensioni più grandi rispetto al passato. I posti disponibili sono sette, ai quali si aggiunge un bagagliaio da quasi 800 litri di capacità e la possibilità di personalizzare il veicolo è molto ampia: ben undici tinte di carrozzeria fra cui scegliere e numerose combinazioni per gli interni, fra rivestimenti, materiali e colori.
Maggiori sono le novità dentro l’abitacolo: rinnovati infatti volante, il quadro degli strumenti e la plancia ergonomica, il tutto abbinabile in base ai rivestimenti di pannelli e sedili. Sono aumentati i vani porta-oggetti, mentre è stato confermato il comodo sedile posteriore che si sdoppia. Due sono i livelli di contenuti per ciò che concerne l’infotainment, che prevede uno schermo a matrice attiva, radio, lettore Usb dotato di collegamento per iPod e tecnologia Bluetooth; a richiesta, sarà possibile avere i comandi al volante e lo “UConnect 5”, già in dotazione a molte vetture del marchio Fiat.

 

I motori a disposizione sono ben sette; si comincia con i due propulsori a benzina 1.4 da 95 cavalli ed il 1.4 T-Jet che invece di cavalli ne sprigiona ben 120, a cui si affiancano i turbo-diesel 1.6 Multijet da 90 cavalli dotato di Dualogic, il cambio robotizzato, il Multijet 1.6 da 105 cavalli ed infine il Multijet 2.0 che di cavalli può vantarne 135. Accanto ai tradizionali diesel e benzina, ecco il propulsore “bi-fuel” a metano e benzina: il 1.4 T-Jet “Natural Power” da 120 cavalli.
Le sospensioni sono “Bi-link” e in dotazione di serie ci saranno airbag anteriori e il sistema Esp. Gli allestimenti previsti per il nuovo Doblò sono tre: quello base è denominato Pop, il livello intermedio è Easy, mentre il top lo si raggiunge con l’allestimento Lounge. Si potrà scegliere fra due diverse configurazioni per quanto concerne i sedili: quella standard prevede cinque posti, ma a richiesta se ne potranno avere sette. In dotazione pure gli accessori “Mopar“, studiati per canoe, sci e windsurf. Insieme agli accessori saranno garantiti anche una serie di servizi, fra i quali l’assistenza e la riparazione che saranno affidate a tecnici specializzati che impiegheranno solamente ricambi originali. Il rinnovato Fiat Doblò verrà commercializzato in circa 30 Paesi.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+