Due morti nel catanzarese per l’auto finita in un torrente

di Redazione
In Cronaca
18 marzo 2016
Commenti:

Il maltempo ha provocato la morte di due persone che sono rimaste intrappolate a bordo di un’auto che è sbandata ed è precipitata in un torrente. L’incidente è avvenuto a Lamezia Terme.

 

Il maltempo che ha colpito alcune regioni del sud Italia ha causato due vittime a Lamezia Terme, nel catanzarese. Giuseppe Perugino, un 65enne di Curinga e Giuseppe Di Leo, un 84enne che risiede a Gioia Tauro, hanno perso la vita rimanendo intrappolati nell’auto che è sbandata a causa del forte temporale che stava imperversando nella zona, ed è poi finita nel sottostante corso d’acqua.

Le vittime sono due imprenditori agricoli ed al momento dell’incidente stavano attraversando un ponte su un affluente del torrente Turina, nelle vicinanze di una zona industriale. Il corso d’acque era naturalmente stato ingrossato dalle notevoli piogge delle ore precedenti e per gli occupanti dell’auto non c’è stata possibilità di scampo. Un paio d’ore dopo l’incidente, un passante, ha notato l’automobile precipitata nel corso d’acqua, con i due cadaveri a bordo ed ha immediatamente dato l’allarme. Sul luogo dell’incidente si sono recate pattuglie della polizia locale e dei carabinieri, ma per poter sollevare l’auto ed estrarre i corpi delle vittime, è stato necessario far intervenire i vigili del fuoco che hanno utilizzato una autogru.

 

Al momento non si conosce l’esatta dinamica dell’incidente, ma tutte le ipotesi convergono sullo scivolamento dovuto all’asfalto bagnato per il forte temporale in atto nella zona. Anche il resto della Calabria non è stato risparmiato dall’ondata di maltempo, con la costa jonica che è stata la più colpita, specialmente nella zona tra il crotonese ed il catanzarese. Le precipitazioni sono andate avanti per tutta la notte, con raffiche di vento ed anche grandinate alternate alle piogge. La città di Catanzaro è stata colpita da un nubifragio che ha causato allagamenti in varie zone, ed anche il mare ha fatto la sua parte con il lungomare che a causa delle onde è stato invaso da detriti. I vigili del fuoco sono dovuti intervenire in diverse situazioni a rischio, ed il loro centralino è stato sommerso di telefonate. Problemi alla circolazione della auto, sempre dovuti alle forti piogge, sono stati segnalati anche a Crotone. Nelle campagne delle due provincie si sono verificati anche straripamenti di piccoli corsi d’acqua e piccole frane, oltre ad abbattimenti di alberi a causa del forte vento.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+