Gli U2 sono tornati: dopo tre anni esce “Songs of Experience”, il nuovo album inedito

di Redazione
In Musica
1 dicembre 2017
Commenti:

Ebbene sì solo loro, nuovo sound, nuovo album, nuovo stile ma gli U2 rimangono fedeli a loro stessi.

 

“Songs of Experience” idealmente fa da seguito a “Songs of Innocence”, il loro memorabile album del 2014.
Non mancano i parallelismi con l’album precedente, “You’re The Best Thing about me”, protagonisti della copertina del disco, ancora una volta, i figli dei membri della band di Bono.
Nei precedenti album abbiamo visto Mullen Jr abbracciato al piccolo: nel nuovo album troviamo i figli ormai adolescenti di Bono e The Edge.

Un’opera adulta, insomma, che guarda concretamente al futuro e ciò da cui è rappresentato. L’ispirazione per questo nuovo lavoro viene da una chiacchierata del frontman con Brendan Kennely, scrittore e poeta dell’Università di Dublino.

 

Scrivi come se fossi morto” sarebbero state queste le parole di Kennely a Bono ed ecco che le canzoni diventano delle lettere a persone care del cantante the Vox, the Edge Larry, Mullen Jr e Adam Clayton.

Un disco nuovo, intenso e maturo così come sono attualmente gli U2. Tracce intense con testi profondi da cui attingere stati d’animo e riflessioni e immergersi in essi.

Data la lunga distanza temporale dall’album precedente ci si aspetta che la band intraprenda un tour mondiale che, possibilmente, tocchi anche la nostra penisola.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+