Londra: aggressione con coltello a Russel Square, una donna morta e quattro feriti

di Redazione
In Mondo
4 agosto 2016
Commenti:

Un ragazzo dell’apparente età di venti anni, armato di coltello ieri notte ha seminato il panico nelle strade di Londra, attaccando senza un apparente motivo le persone in strada.

 

L’attacco portato in maniera del tutto casuale alla fine ha avuto un bilancio pesante, con una donna morta e 4 feriti in condizioni, definite dai sanitari,”abbastanza gravi”.

L’episodio è avvenuto ieri verso le 23.30 (ora del Regno Unito), nella zona di Russel Square, un crocevia particolarmente frequentato anche dai turisti, vista la sua vicinanza ad alcune icone londinesi, come ad esempio il famoso British Museum.

 

La polizia, chiamata da molteplici telefonate, è giunta sul luogo dopo soli 5 minuti, i primi agenti hanno provveduto ad immobilizzare l’aggressore, di cui non sono state rese note le generalità, tramite una pistola elettrica; l’uomo è stato trasportato successivamente in una struttura psichiatrica ed è in custodia con l’accusa di omicidio.

Allo stato attuale, come ha dichiarato il vice capo della polizia di Londra, Mark Rowley, si disconoscono i motivi dell’insano gesto e, anche se le prime valutazione ruotano attorno alla salute mentale del giovane assassino, non si tralascia la pista del terrorismo internazionale.

Il sindaco della metropoli è intervenuto sul luogo dell’accaduto immediatamente. Sadiq Khan ha sottolineato come la città da lui amministrata sia una città sicura, ha inoltre comunicato che saranno aumentati considerevolmente gli agenti armati in giro per le strade cittadine, ha esortato inoltre gli abitanti a rimanere “calmi e vigili”.

Il sindaco ha voluto inoltre elogiare il lavoro della polizia metropolitana londinese, evidenziando come gli agenti stiano svolgendo un ottimo lavoro anche in presenza di condizioni oggettivamente molto difficili.

L’attacco è molto simile a quello avvenuto a Dicembre scorso nella stazione della metropolitana di Leytonstone, nell’estrema periferia est della città, anche in quel frangente un uomo armato aggredì senza un apparente motivo i passanti ferendo gravemente due persone.

In quel frangente la polizia accerto successivamente che l’aggressore, un ragazzo di origine somale aveva un lontano legame con l’esercito del califfato, legame che ancora è sotto l’attenzione degli investigatori.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+