Nizza: sono 5 le vittime italiane della strage

di Redazione
In Cronaca
19 luglio 2016
Commenti:

Dopo le notizie frammentarie dei giorni scorsi arriva la conferma ufficiale da parte della Farnesina: sono cinque le vittime italiane nella strage di Nizza. Per tutte c’è stato il riconoscimento.

 

Sono cinque le vittime italiane della strage di Nizza avvenuta il 14 luglio. Sulla Promenade Des Anglais, dove si erano recati per assistere ai festeggiamenti della festa nazionale francese sono dunque morti sia la coppia di Voghera che quella di Milano, e la donna di Cuneo che risultavano in un primo momento dispersi.

Il primo riconoscimento ufficiale, quello di Mario Casati, è stato effettuato nel pomeriggio di ieri, mentre gli altri quattro nella notte. Secondo le autorità c’è anche un’altra vittima, un giovane universitario italo-americano che si trovava a Nizza per partecipare ad una iniziativa di scambio culturale, Nicolas Leslie, il cui cadavere, però, non è stato ancora trovato.

 

E’ stato confermato che le due coppie di italiani si conoscevano e che al momento dell’attentato si trovavano insieme sul lungomare di Nizza. Angelo d’Agostino e Gianna Muset erano marito e moglie, mentre la 79enne Maria Grazia Ascoli, era la compagna di Mario Casati.

La donna di Cuneo, Carla Gaveglio si trovava invece insieme a marito e figlia che sono rimasti feriti e sono tuttora ricoverati in ospedale. Resta il dubbio sulla testimonianza della figlia di 14 anni, che aveva asserito di aver visto la madre “cosciente” al momento in cui è stata caricata sull’ambulanza. Il giovane italo-americano, era nato a Milano, ma si era poi trasferito negli USA, dove stava studiando all’università di Berkeley.

Oltre alle vittime si sono anche dei feriti tra gli italiani; uno è attualmente in rianimazione in ospedale, si tratta del 53enne Andrea Avagnina, di Mondovì, che si trovava assieme alla moglie Marinella Ravotti; la donna inizialmente sembrava dispersa ma poi è stata ritrovata. Marinella Ravotti che è in coma farmacologico, è un’infermiera, mentre il marito è un consigliere comunale. La Ravotti è stata rintracciata dalla figlia che si è immediatamente recata a Nizza, non appena saputo dell’attentato.

La notizia del ritrovamento è stata confermata anche dal Domenico Michelotti, sindaco del comune di San Michele Mondovì. Si temeva anche per la sorte di un italo – canadese, che si trova in Europa per una vacanza e non aveva dato più notizie. L’uomo, Salvatore Sermoneta, era però a Londra con la moglie e la figlia piccola, L’allarme è cessato quando si è messo in comunicazione con la figlia maggiore che era rimasta a casa.

nizza-e-ufficiale-sono-5-le-vittime-italiane-della-strage

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+