Parigi, militare aggredito alla stazione Châtelet

di Redazione
In Mondo
15 settembre 2017
Commenti:

Soldati e forze dell'ordine nel mirino. Dopo gli episodi delle scorse settimane, ieri sera un soldato ha subito un tentativo di aggressione al grido di "Allah". Il militare lo ha disarmato e arrestato

 

Paura, ma nessuna conseguenza per la tentata aggressione di ieri sera a Parigi. Nella centrale e frequentata stazione di Châtelet, un uomo, armato di coltello, si è lanciato in un’aggressione a un soldato di pattuglia all’interno del metrò dopo aver urlato frasi di lode ad Allah.

Il militare è riuscito a bloccare e disarmare l’esaltato senza che nessuno dei passanti rimanesse ferito.

 

Non è il primo attacco di questo genere. Nelle ultime settimane, infatti, un uomo ha investito con la sua auto un gruppo di militari stanziati a Levallois-Perret, zona nord di Parigi, provocando sei feriti, mentre un altro individuo armato di coltello a serramanico è stato fermato i piedi della Tour Eiffel poco prima che assalisse un soldato.

Giovedì, le autorità transalpine avevano fatto trapelare l’intenzione di dispiegarsi sul territorio in maniera meno prevedibile e più efficace. Sono 7 mila i militari che il governo francese ha coinvolto nell’operazione “Sentinelle”, necessaria dopo i recenti attacchi terroristici. Il ministro della Difesa, Florence Parly, alla luce della tentata aggressione, ha sottolineato:

“Questo nuovo attacco legittima le nostre intenzioni, quelle di rendere meno prevedibile e meno individuabile il dispositivo militare”.

Un piccolo sacrificio alle libertà individuali per un bene supremo: la sicurezza collettiva.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+