Francia, torna l’allarme terrorismo: un’automobile investe dei militari alla periferia di Parigi

di Redazione
In Mondo
9 agosto 2017
Commenti:

A Levallois-Perret, piccolo comune ubicato alla periferia di Parigi, un presunto attacco contro le forze dell'ordine ha riacceso l'allarme terrorismo: un'automobile ha investito dei militari, provocando diversi feriti.

 

L’ATTACCO ALLE PORTE DI PARIGI – Il bilancio, al momento, parla solamente di alcuni feriti (tra i quali un paio sarebbero in condizioni serie) ma è bastato che la notizia si diffondesse per far ripiombare l’intera Francia nell’incubo del terrorismo di matrice islamica dal quale sembrava immune dopo la calma seguita alle ultime Elezioni Presidenziali. Invece, nelle ultime ore, è stata ancora un volta Parigi ad essere presa di mira, anche se gli inquirenti sono ancora cauti nel parlare di pista terroristica: nelle prime ore di questa mattina, infatti, un’automobile lanciata a tutta velocità ha travolto alcuni militari in servizio presso Levallois-Perret, piccolo comune dell’hinterland parigino.

Stando a quanto si apprende dai media francesi, che stanno seguendo ancora dal vivo l’evolversi della vicenda, le vittime sarebbero degli uomini delle forze speciali che sono attualmente impegnati in una vasta operazione anti-terrorismo nota con il nome in codice di “Sentinelle”.

 

CACCIA ALL’UOMO NEI DINTORNI DELLA CAPITALE – Al momento i militari feriti sarebbero sei, ma nessuno di loro è in pericolo di vita. Tuttavia, dal momento che l’autore del folle gesto si è dato alla fuga con la sua Bmw e non è stato ancora rintracciato, non è ancora possibile stabilire quale sia il movente: le piste più probabili sono quelle che portano a un attacco terroristico pianificato oppure a un investimento involontario, ipotesi che appare improbabile ma che non è stata esclusa a priori proprio per non contribuire a rinfocolare la fobia da attentato.

Secondo Patrick Balkany, il sindaco di Levallois-Perret, non ci sarebbero dubbi sul fatto che si sia trattato di un atto deliberato: ai microfoni di alcune emittenti transalpine, il primo cittadino ha spiegato infatti che gli stessi militari avevano notato una Bmw parcheggiata nelle vicinanze e che, quando sono usciti in strada, si è scagliata contro di loro, travolgendoli.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+