Piper precipita in Macedonia, sei italiani morti

di Redazione
In Mondo
7 settembre 2016
Commenti:

Un aereo da turismo italiano che era diretto a Pristina, dopo essere partito dall’aeroporto di Treviso, è precipitato in Macedonia causando la morte dei sei occupanti, tutti italiani,

 

Grave incidente aereo nei cieli della Macedonia; un Piper che era partito da Treviso e doveva arrivare in Kosovo, a Pristina, è precipitato poco prima di atterrare a Skopje, dove doveva effettuare uno scalo tecnico.

A bordo si trovavano sei italiani, il pilota e 5 passeggeri, che sono tutti deceduti. L’aereo, dell’Aeroclub di Treviso, era guidato dal presidente dello stesso club, Francesco Montagner. Tra i passeggeri c’era anche Dario Bastasin, vicepresidente dell’Aeroclub, ed un kosovaro, Visar Degaj, di cittadinanza italiana.

 

Le altre tre vittime dell’incidente sono Ilaria Berti, Angelo Callegari e Luca Dalle Mulle, tutti residenti in provincia di Treviso, Udine e Padova. Il viaggio era stato organizzato per affari, che interessavano anche lo stesso Aeroclub di Treviso. Nella giornata di ieri sono stati quattro i voli decollati dalla pista dell’Aeroclub, due con destinazione Pristina, tra i quali quello caduto, e due diretti a Skopje.

Il Piper pilotato da Francesco Montagner era partito da Treviso alle 14.00 e doveva fare rifornimento di carburante a Skopje, ma intorno alle 17.40 l’aereo è scomparso dai radar dell’aeroporto ed il direttore dei servizi di sicurezza Mitko Ciavkoc ha quindi dato subito l’allarme. Nella zona dell’incidente in quel momento le condizioni atmosferiche non erano delle migliori, con molta pioggia, accompagnata da un forte vento, ed anche la visibilità risultava scarsa. Le squadre di soccorso macedoni sono arrivate sul posto con difficoltà, data la natura accidentata del luogo, e sono riuscite ad individuare i resti dell’aereo caduto, constatando il decesso di tutti gli occupanti.

Sull’incidente è stata aperta immediatamente un’inchiesta da parte della procura generale della Macedonia. Alcune testimonianze, rese dagli abitanti di alcuni villaggi della zona, parlano di una grossa esplosione alla quale sono seguiti un fumo denso e delle fiamme. Secondo alcuni l’aereo stava bruciando già prima di precipitare al suolo, ma le cause esatte della tragedia si potranno conoscere solo al termine dell’inchiesta. Un incidente con un aereo dello stesso tipo, un Piper 32, era avvenuto lo scorso 14 luglio. In quel caso l’aereo era precipitato in Slovenia, in condizioni di scarsa visibilità, con la morte di quattro persone, il pilota e tre passeggeri, tutti di nazionalità tedesca. L’aereo era decollato da Venezia ed era diretto in Germania, all’aeroporto di Lipsia.

piper-precipita-in-macedonia-sei-italiani-morti

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+