Torre Annunziata, crolla un edificio: otto persone risultano disperse sotto le macerie

di Redazione
In Cronaca
7 luglio 2017
Commenti:

Questa mattina un edificio di quattro piani di Torre Annunziata (Napoli) è improvvisamente crollato: al momento i Vigili del Fuoco stanno ancora scavando tra le macerie alla ricerca delle otto persone che risultano disperse.

 

L’IMPROVVISO CROLLO IN VIA RAMPA NUNZIANTE – Le informazioni sul drammatico incidente sono ancora frammentarie, dal momento che le stesse operazioni di salvataggio sono ancora in corso ma, stando a quanto si apprende dalle testate giornalistiche locali, una palazzina di quattro piani in Via Rampa Nunziante a Torre Annunziata (comune nella città metropolitana di Napoli) è crollata attorno alle 6.20 di questa mattina. Inoltre, da fonti vicine ai Vigili del Fuoco che, al momento, stanno ancora lavorando tra le macerie, è stato confermato che nel crollo che ha interessato in particolare il terzo e il quarto piano sono rimaste coinvolte due famiglie, entrambe colte nel sonno, per un totale di otto persone disperse (di cui due sarebbero dei bambini), anche se al momento non sono state fornite le loro generalità o altri dettagli.

LE POLEMICHE SULLA VICINANZA DEI BINARI – A causa dell’incidente è stata interrotta la linea Salerno-Napoli di Trenitalia, dato che alcuni calcinacci dell’edificio sono finiti sui vicini binari: anche per questo è stato immediatamente disposto un servizio di bus sostitutivo, mentre sul posto sono arrivati i Carabinieri per verificare che il crollo non crei altri disagi nelle zone circostanti.

 

Al momento, non è stata formulata alcuna ipotesi sull’origine del disastro ma le testimonianze di alcuni vicini spiegano che il crollo sarebbe avvenuto immediatamente dopo il passaggio di un treno merci; adesso, infatti, alcuni vicini puntano il dito non solo contro i lavori in corso che andavano avanti da tempo nella palazzina, ma anche contro le continue vibrazioni generate dal passaggio dei convogli, a detta di qualcuno troppo vicini allo stabile. Intanto, a nome dell’intera cittadinanza ha parlato il sindaco di Torre Annunziata, Vincenzo Ascione, esprimendo “apprensione e dolore” per l’accaduto e ringraziando volontari e Vigili del Fuoco che “continuano a scavare anche a mani nude.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+