Violenta tromba d’aria ed esondazione del Seveso colpiscono duramente l’hinterland milanese

di Redazione
In Cronaca
5 luglio 2018
Commenti:

Un violento nubifragio si è abbattuto la scorsa notte in Lombardia. Colpiti soprattutto i comuni di Pozzo d'Adda e Cesano Maderno dove sono stati rilevati danni a strade, palazzine e tetti. Fortunatamente le persone sono rimaste illese.

 

A Pozzo D’Adda numerosi tetti sono stati divelti
Quest’estate, climaticamente volubile, sta creando diversi problemi sia a Nord che a Sud. I continui sbalzi termici generano violenti temporali, alluvioni ed esondazioni. Lo sanno bene gli abitanti del Comune di Pozzo d’Adda, nell’hinterland milanese, che la scorsa notte sono stati svegliati da una tromba d’aria di ingenti proporzioni.

Il vortice ascensionale ha coinvolto molti alberi, riversandone i rami in strada e ha danneggiato parecchi tetti di edifici. Tra di essi, il tetto di un palazzo sito in via della Repubblica è stato divelto andando a tranciare alcuni cavi dell’alta tensione. Un altro tetto di un palazzo in via Mazzini è sprofondato, danneggiando il solaio e creando un piccolo cumulo di macerie. Un paio di persone sono state colpite dai detriti, ma il 118 è intervenuto prontamente e i due non riportano lesioni rilevanti.

 

Le acque del fiume Seveso inondano Cesano Maderno
Le forti precipitazioni della scorsa notte hanno provocato anche l’esondazione del fiume Seveso, creando particolari disagi soprattutto nel comune di Cesano Maderno. Fortunatamente il canale di scolo nei pressi di Palazzolo era già in funzione ma, per motivi di sicurezza, sono stati immediatamente chiusi al traffico sia Viale Sarca che Viale Fulvio Testi.

Grazie all’alacre e incessante lavoro dei Vigili del Fuoco, della Protezione Civile, delle Forze dell’Ordine, dell’Amsa e del Centro operativo comunale, l’esondazione del fiume è stata arginata intorno alle 6.15 di questa mattina, mentre Viale Sarca è stato riaperto nella mezz’ora successiva. La circolazione invece resta sospesa per Viale Testi e rimane attivo lo stato di allerta per l’intera regione Lombardia. Potrebbero ancora verificarsi violenti acquazzoni e ingenti nubifragi.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+