Champions League: Roma fuori con il City e la Juve fa festa con 3 milioni in più

di Redazione
In Calcio
12 dicembre 2014
Commenti:

Roma fuori dagli ottavi di Champions e l'eliminazione giallorossa incrementa gli incassi bianconeri in coppa.

 

Aldilà delle dichiarazioni di facciata, l’eliminazione dalla Champions League della Roma, ad opera del Manchester City, rende felice non solo il popolo juventino o parte di esso, ma anche la Società, che vedrà così incrementare da subito i propri incassi di 3 milioni di euro, con la possibilità di un ulteriore incremento nel corso del resto della stagione.

Oltre che il passaggio agli ottavi, la partita dell’Olimpico era importante per quanto riguarda la ripartizione degli incassi dovuti al “market pool”, il cui meccanismo riconduce la ripartizione di una metà della somma al numero delle gare disputate. Al momento la Roma è costretta a fermarsi a 6, quelle del girone eliminatorio appena concluso, mentre per la Juventus, qualificata agli ottavi, sono come minimo 8, con la possibilità di incrementarne il numero passando i turni ad eliminazione diretta. Ad oggi la ripartizione vedrebbe la società bianconera incassare 22,85 milioni di euro, contro i 17,15 riservati alla Roma, ma ad ogni passaggio di turno aumenterebbero gli introiti della società di Agnelli, diminuendo della stessa cifra quelli della società di Pallotta. Ed anche in questo caso, aldilà delle dichiarazioni di facciata, è logico un tifo romanista “contro” la Juventus. I Bianconeri metterebbero in cassa 25 milioni di euro con la stagione che finisce ai quarti, mentre l’accesso alla semifinale farebbe salire al cifra a 26,6 milioni, con un top rappresentato dalla partecipazione alla finale del 6 Giugno a Berlino, che porterebbe in cassa 27,4 milioni di euro. Cifre molto importanti nel bilancio della società, che si vanno ad aggiungere agli altri incassi delle partite di Champions League.

 

Per i Bianconeri sono arrivati infatti gli 8,8 milioni garantiti dalla partecipazione ai gironi, i 3,5 dovuti ai risultati ottenuti sul terreno di gioco, ed i 3,5 del bonus per aver raggiunto gli ottavi di finale. Da aggiungere poi i proventi che derivano dalla prima parte del “market pool”, pari a 37,6 milioni di Euro. Esclusi gli incassi dello Juventus Stadium, pari a circa 5,5 milioni di euro, la Juventus si è dunque garantita un minimo di 60,5 milioni di euro, in netto rialzo rispetto all’introito della scorsa stagione, quando si fermò a poco più di 50 milioni di euro dopo l’eliminazione sul campo di Istanbul.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+