European Championship 2018: grande l’Italia del nuoto. Altri 3 ori

di Redazione
In Sport
10 agosto 2018
Commenti:

Agli European Championship 2018 l'Italia del nuoto si toglie la soddisfazione di vincere tre medaglie d'oro nella stessa giornata. Protagonista dell'exploit azzurro ancora lei, la giovanissima romana Simona Quadarella

 

Italnuoto, tripletta di ori nella giornata conclusiva

Ieri è stata l’ultima giornata di gare per il nuoto agli European Championship 2018, in corso di svolgimento a Glasgow e Berlino. Per la Nazionale italiana del nuoto quello di ieri sarà un giorno da ricordare a lungo. Non tanto per i tre ori conquistati, che vanno a sommarsi alle altre medaglie già ottenute nei giorni precedenti, quanto per la definitiva consacrazione di un talento straordinario, la 19 enne romana Simona Quadarella.

 

Dopo aver vinto le gare dei 1.500 e 800 metri, la giovane campionessa azzurra è riuscita a conquistare il suo personale terzo oro prendendosi la vittoria anche della gara più veloce, quella dei 400 metri. Nonostante gli European Championship non siano i Mondiali e né tanto meno le Olimpiadi, il livello in acqua era ugualmente notevole. I tre successi ottenuti a Glasgow consegnano a Simona Quadarella l’investitura ufficiale di nuovo talento del nuoto italiano.

Ad impreziosire la giornata di ieri ci hanno pensato Margherita Panziera, vincitrice dei 200 dorso, e Piero Codia, a sorpresa primo nella finale dei 100 farfalla. Per entrambi è arrivato sia il record italiano sia il record dei campionati. Significativo quello di Codia, che ha migliorato il crono della leggenda vivente Cseh. L’Italia del nuoto a Glasgow ha raggiunto anche il record del medagliere, migliorando il precedendo score di medaglie ottenuto sei anni prima a Debrecen (22 vs 18), eguagliando contemporaneamente i 6 ori conquistati in quella edizione.

Assenti (giustificati) i campionissimi

Visto il numero considerevole di ori, argenti e bronzi portati a casa dagli atleti italiani nel nuoto agli European Championship, aumenta il rammarico per i mancati acuti dei campioni, tra cui si annoverano Paltrinieri, Pellegrini e Detti. Il primo si è dovuto accontentare di un bronzo e di un argento, risultati più che soddisfacenti se si considera il virus intestinale con cui ha dovuto convivere il campione italiano. La Pellegrini è giunta quinta nella finale dei 100 metri, distanza su cui si sta allenando da poco tempo. Detti, invece, non ha partecipato a causa di un infortunio alla spalla sinistra.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+