Nuoto, la rivincita di Federica Pellegrini: arriva l’oro ai Mondiali in Canada

di Redazione
In Sport
7 dicembre 2016
Commenti:

Dopo la cocente delusione maturata nel corso delle Olimpiadi di Rio, Federica Pellegrini è tornata a vincere, conquistando la medaglia d'oro ai Mondiali di nuoto a Windsor, in Canada.

 

TORNA A VINCERE LA PELLEGRINI – Prima c’era stato l’incubo olimpico, con una serie di prestazioni sottotono fornite nel corso dei Giochi di Rio de Janeiro in Brasile; successivamente, scottata dalla delusione, la ventilata ipotesi del ritiro da tutte le attività agonistiche, poi smentita. A distanza di alcuni mesi, tuttavia, Federica Pellegrini pare essere tornata più forte di prima, conquistando il gradino più alto del podio in una competizione internazionale ed entrando di fatto nella storia. La campionessa veneta ha infatti vinto la medaglia d’oro nella gara dei 200 stile libero nella prima giornata dei Mondiali di nuoto in vasca corta che si stanno svolgendo a Windsor, in Canada. La 28enne originaria di Mirano ha infatti trionfato con il tempo record di 1’51”73, ovvero non solo la miglior prestazione italiana di sempre su questa distanza, ma anche il suo miglior tempo dopo la prova monstre del 2009 agli Europei di Istanbul.

MEDAGLIA DA RECORD ANCHE NELLA STAFFETTA – Federica Pellegrini, in poche ore, ha collezionato due risultati storici: battendo l’ungherese Katinka Hosszu e la canadese Taylor Ruck, si è aggiudicata non solo un premio nell’unica specialità in cui non aveva mai vinto, ma ha anche aggiornato il proprio palmarès a 46 medaglie. Ma in quella che è stata una giornata a tinte azzurre per il nuoto italiano, la Pellegrini ha fatto doppietta grazie infatti a un’altra medaglia, stavolta conquistata trascinando le sue compagne della staffetta 4×100 stile libero al secondo posto, dietro gli Stati Uniti: anche questo risultato è a suo modo storico perché mai nella staffetta a squadre l’Italia era riuscita ad aggiudicarsi l’argento.

 

“Sono contenta perché questa vittoria chiude un cerchio” ha spiegato la Pellegrini dopo la premiazione, ricordando che temeva molto la gara perché ancora tormentata dai “fantasmi” di Rio e perché di fronte aveva proprio la fortissima Hosszu, capace di fare incetta di medaglie alle Olimpiadi con ben tre ori. “Ho fatto una gara perfetta e in rimonta, come piace a me e ora non voglio mollare” ha concluso l’atleta azzurra.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+