Londra: due italiani dispersi nell’incendio della Grenfell Tower

di Redazione
In Mondo
15 giugno 2017
Commenti:

Nella notte del 13 giugno incendio a Londra alla Grenfell Tower: 12 morti e 70 feriti. Due italiani dispersi: Gloria Trevisan e Marco Gottardi, architetti ventisettenni a Londra per lavoro che fino all'ultimo istante si sono tenuti in contatto con le rispettive famiglie.

 

Gloria Trevisan e Marco Gottardi erano a Londra solo da tre mesi. Dopo la laurea in architettura conseguita brillantemente allo Iuav di Venezia, i due giovani veneti si erano trasferiti nella City londinese per perfezionare il loro inglese e avevano trovato lavoro in due studi prestigiosi.

Quando è scoppiato l’incendio nel grattacielo in cui vivevano si sono messi in contatto con le loro famiglie, condividendo con loro quegli istanti. Marco appariva calmo e fiducioso dell’arrivo dei soccorsi, probabilmente anche per infondere coraggio alla fidanzata. Il padre di Marco Gottardi è stato al telefono con il figlio fino alle 4.07, finché le comunicazioni non si sono interrotte con le parole del ragazzo che dichiarava: “si sta riempendo tutto di fumo”.

 

Da allora non si ha più alcuna notizia dei due giovani italiani, dagli ospedali e centri di accoglienza si sa che non è stata registrata la loro presenza. I vigili del fuoco, sul luogo dell’incendio per svolgere le operazioni di salvataggio, dichiarano di non averli trovati, ma non possono escludere la loro presenza da qualche parte dell’edificio, poiché proprio a causa del rischio crollo, non si riesce a perlustrarlo piano per piano.

Mercoledì i pompieri erano arrivati solo al dodicesimo piano su 24 e di Marco e Gloria nessuna traccia. Al momento sono scarse le speranze di ritrovare i due giovani in vita.

Conosciutisi nelle aule della loro facoltà, i due ragazzi erano innamorati e pieni di sogni e speranze. Erano entusiasti. Lei, ritrattista autodidatta, era stata assunta presso lo studio Peregrine Bryant Architecture and Building Conservation, lui era fresco di laurea con il massimo dei voti. Le famiglie aspettano con ansia nuove informazioni, nella speranza che questa vita londinese dei loro figli non si sia conclusa così, in un incendio di cui ancora non si conoscono nemmeno le cause.

 

 

 

Commenta la notizia, cosa ne pensi?

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+