Supercoppa Italiana e Juve e Napoli anticipano oggi i match con Cagliari e Parma. Probabili formazioni

di Redazione
In Calcio
18 dicembre 2014
Commenti:

Supercoppa a Doha lunedì e Juve e Napoli anticipano ad oggi i propri impegni di campionato.

 

La disputa della Supercoppa italiana, lunedì 22 Dicembre in Qatar, ha portato all’anticipo dei match che vedono impegnate le due protagoniste, Juventus e Napoli, che giocano oggi rispettivamente in trasferta contro il Cagliari, ed in casa contro il Parma, due formazioni entrambe bisognose di punti. E sulle partite di oggi aleggia anche il problema dei cartellini gialli, in quanto, come ha polemizzato ieri Allegri, le ammonizioni riportate in queste gare, e le eventuali conseguenti squalifiche, dovrebbero essere scontate proprio nella Supercoppa, privando quindi sia i Bianconeri che gli Azzurri di giocatori importanti nell’atto che aggiudica il primo trofeo in palio nella stagione 2014 – 2015.

Al sant’Elia ci si giocano tre punti importanti, sia per il Cagliari, che nelle ultime giornate si è trovato invischiato nella zona retrocessione, con diversi mugugni da parte dei suoi tifosi nei confronti di Zeman e della squadra, sia per la Juventus, che con gli ultimi due pareggi consecutivi in campionato, si trova ancora una volta il fiato sul collo della Roma, che nella seconda parte della stagione avrà anche un impegno minore in Europa rispetto ai Torinesi. Allegri era stato squalificato per proteste dopo la gara con la Sampdoria, poi la squalifica è stata annullata ed il tecnico livornese sarà puntualmente in panchina al Sant’Elia, dove ritorna da ex. Per il tecnico bianconero restano ancora non pochi dubbi sul turnover, ma anche in conferenza stampa ha dichiarato che tra le due partite quella più importante è quella odierna con il Cagliari. Forse sarà anche un po’ di pretattica, ma Allegri pare intenzionato a schierare la sua formazione migliore, lasciando fuori forse il solo Pogba, con Pirlo in campo nell’undici che inizierà la partita, e la conferma di Pereyra. In attacco un piccolo ballottaggio tra i due spagnoli Llorente e Morata con il primo quasi sicuro partente all’inizio. Fuori per squalifica Bonucci, che sarà sostituito da Ogbonna. In casa rossoblù. Zeman può contare sul rientro di Ibarbo, che ha scontato la squalifica ed è pronto ad andare all’attacco della Juventus alla quale ha segnato in passato, a Torino, una grande rete al termine di una azione personale. Niente da fare invece per Sau, che dovrebbe rientrare in squadra solo dopo la sosta invernale. Anche il tecnico sardo ha qualche dubbio da sciogliere riguardo alla sua formazione con Crisetig e Dessena che lottano per un posto a centrocampo, con il primo favorito, mentre nella linea difensiva la scelta premierà uno tra Pisano e Balzano. Per il resto Zeman ripresenterà la formazione che ha pareggiato 0 – 0 a Parma.

 

Incontro delicato anche al San Paolo, con il Napoli che riceve un Parma con l’acqua alla gola e che domani presenterà anche i nuovi proprietari della squadra dopo la vendita da parte di Ghirardi. I Ducali, con Donadoni sempre in bilico sulla panchina, nella trasferta campana continuano a lamentare diverse assenze, come i lungodegenti Cassani e Biabiany, ma anche Coda, Ghezzal e lo stesso De Ceglie appare in bilico, con Donadoni che spera in un suo recupero dell’ultimo minuto. In difesa, però, dovrebbe rientrare Paletta, per lui sarebbe la prima stagionale da titolare, mentre saranno sicuramente in campo sia Palladino che Cassano, che formeranno la coppia di attacco.
Problemi di squalifica anche per Benitez che deve rinunciare a Raul Albiol, che lascia il suo posto a Britos, chiamato a far coppia al centro della difesa, con Koulibaly. Ballottaggi in vista nel reparti di centrocampo, con Inler e Gargano che potrebbero prendere il posto di Jorginho e David Lopez che avevano giocato (male) a Milano. Certo il rientro di Hamsik al posto di De Guzman, mentre Higuain, nonostante la scarsa vena degli ultimi turni dovrebbe essere confermato come punta centrale, supportato ai fianchi da Mertens e Callejon, con Duvan Zapata che freme in panchina. Per il Napoli, che comunque si trova a soli 2 punti dal terzo posto, un successo in questa gara è molto importante, anche per tacitare quegli accenni di polemica,  nati dopo la netta sconfitta di San Siro.

Per orari e programmazione consulta la nostra guida sportiva.

 

 

  • Seguici su Facebook

  • Seguici su G+